CAR FLUFF

Il car fluff è uno scarto della rottamazione delle automobili, una opportunità per la produzione di energia.

Lo scorso 7 giugno, l’Europarlamento ha detto sì allo stop delle auto a combustione interna, vale a dire tutte quelle vetture alimentate a diesel, benzina, GPL e ibride a partire dal 2035.

Questa notizia rappresenta una svolta epocale dal punto di vista della lotta all’inquinamento, dato che le automobili risultato essere responsabili del 27-29% delle emissioni globali di gas serra (fonte: BloombergNEF, dato basato sull’Europa e gli Stati Uniti).

Sul fronte ambientale, l’elettrico vince a mani basse, infatti secondo alcuni studi gli impatti in termini di emissioni CO2 sono tre volte inferiori rispetto alle vetture a diesel e benzina.

car fluff

Con questa transizione inevitabilmente sorgerà un problema, cosa ne sarà di tutte queste auto? In Italia ci sono circa 40 milioni di auto e ogni anno vengono rottamate dal milione al milione e mezzo di vetture, con questa svolta elettrica che sta prendendo piede e inevitabilmente la farà da padrona per i prossimi 10-15 anni ci saranno milioni di auto da demolire.

Considerando che circa il 95% delle componenti che formano un’automobile sono recuperabili o riciclabili (metalli, vetro, batterie e componenti elettriche), tra queste è presente anche il car fluff, ossia la parte che si ottiene dopo la frantumazione ed è composta principalmente da pezzi di plastica e da tappezzeria. Attualmente la maggior parte di questo “scarto” finisce in discarica, ed è un vero peccato se pensiamo che il car fluff è stato ammesso alla produzione di CSS combustibile (DM 14 febbraio 2013, N.22 circolare 27 marzo 2018).

Avendo un importante potere calorifico, il car fluff è ottimo per il recupero energetico, e il fatto che la stragrande maggioranza di questa risorsa finisca in discarica o presso impianti di termovalorizzazione o cementifici esteri, rappresenta uno spreco enorme di risorsa

 

.car fluff

La via ideale come detto rimane la valorizzazione energetica presso impianti di trattamento termico così da trasformare i rifiuti in risorsa ed attuare un processo di economia circolare che preveda la produzione di energia elettrica e di calore.

Solo perseguendo questa strada si riuscirà a gestire una situazione che altrimenti potrebbe diventare estremamente complicata visto il numero di auto che dovranno essere rottamate nei prossimi anni.

car fluff