Ampliamento SEAP depurazione acque

La Seap depurazione acque S.r.l. rappresenta un punto di riferimento per tutto il Sud Italia per quanto concerne il settore ambientale, grazie alla propria piattaforma di trattamento rifiuti liquidi che ha una capacità produttiva di 550 Mg/giorno (167.550 Mg/anno). Operativa dal 2017 ha saturato ampiamente la propria capacità produttiva, a testimonianza dell’ottimo lavoro svolto dall’azienda agrigentina. Nel 2020 la compagine è stata premiata con il PIMBY (Please in my back yard) GREEN promosso da FISE ASSOAMBIENTE con il patrocinio dell’Anci, per “La realizzazione di un impianto di trattamento rifiuti liquidi, finalizzato al recupero delle acque per uso industriale”.

In virtù dei risultati ottenuti, la Seap depurazione acque S.r.l. recentemente ha ottenuto l’autorizzazione per ampliare la propria piattaforma, passando dagli attuali 550 Mg/giorno ai futuri 1200 Mg/giorno (350 Mg/giorno verranno stoccati e conferiti verso impianti esterni), aumentando la potenzialità del trattamento dell’impianto chimico-fisico-biologico fino a 297.500 Mg/anno.

Con l’ampliamento della piattaforma, rispetto all’attuale configurazione impiantistica verranno aggiunte:

  • N.1 area di scarico;
  • N.3 reattori del chimico-fisico;
  • N.1 vasca di trattamento biologico;
  • N.2 linee di osmosi inversa;
  • N.2 evaporatori;
  • Recupero acqua osmotizzata per uso industriale e/o cessione verso terzi anche per uso irriguo;
  • Ampliamento silos calce da 30 mc a 60 mc;
  • Bonifica di fusti e cisternette;
  • Coperture zone aree di scarico.

La progettazione è stata affidata ancora una volta al team della Nuovo S.r.l. (la stessa azienda che ha progettato l’attuale impianto), andando a cementare una partnership che va avanti da quasi dieci anni. Con questo ulteriore investimento la Seap Depurazione Acque S.r.l. rafforzerà la propria leadership come azienda modello ed all’avanguardia nel segmento del trattamento dei rifiuti liquidi, andando ad ampliare il ventaglio dei rifiuti trattati. In parallelo con l’istallazione di nuovo pannelli fotovoltaici la piattaforma sarà totalmente indipendente dal punto di vista energetico, e continuerà a distribuire l’acqua depurata all’interno del proprio impianto per uso irriguo/industriale alle aziende limitrofi, confermandosi come modello virtuoso di azienda che adotta tutti i crismi dell’economia circolare.