L’economia circolare

Il Parlamento Europeo ha sviluppato, oramai da diversi anni, una serie di strategie dedicate all’economia circolare.

Due le tappe fondamentali:

  • Marzo 2020 la Commissione europea ha presentato, sotto il Green deal europeo il piano d’azione per una nuova economia circolare che include proposte sulla progettazione di prodotti più sostenibili, sulla riduzione dei rifiuti e sul dare più potere ai cittadini (esempio: il diritto alla riparazione).
  • Febbraio 2021 il Parlamento europeo ha votato il nuovo piano d’azione per l’economia circolare, chiedendo misure aggiuntive per raggiungere un’economia a zero emissioni di carbonio, sostenibile dal punto di vista ambientale, libera dalle sostanze tossiche e completamente circolare entro il 2050, con particolare attenzione all’ecologica dei materiali e il loro riciclo.

economia circolare

Che cos’è l’economia circolare?

L’economia circolare è un modello di produzione e consumo costituito da più fasi:

  1. condivisione
  2. prestito
  3. riutilizzo
  4. riparazione
  5. ricondizionamento
  6. riciclo dei materiali e prodotti esistenti il più a lungo possibile.

Attraverso questo ciclo di vita dei prodotti si contribuisce a ridurre i rifiuti. Una volta che il prodotto ha terminato la sua funzione, i materiali di cui è composto vengono infatti reintrodotti nel ciclo economico generando ulteriore valore.

L’economia circolare è un grande cambiamento rispetto al tradizionale modello economico lineare, fondato invece sullo schema “estrarre, produrre, utilizzare e gettare”. Il modello economico tradizionale dipende dalla disponibilità di grandi quantità di materiali ed energia facilmente reperibili e a basso prezzo.

Perché dobbiamo adottare l’economia circolare?

È in aumento la domanda di materie prime e allo stesso tempo iniziano a scarseggiare delle materie prime e delle risorse essenziali per l’economia, a fronte di un aumento della popolazione mondiale e delle risorse necessarie.

Due leve strategiche impongono questa scelta:

  • ridurre la dipendenza da nazioni non europee per l’approvvigionamento delle materie prime;
  • ridurre l’impatto sul clima dall’estrazione e utilizzo delle materie prime, riducendo le emissioni di CO2.

Nuovo srl e l’economia circolare

I progetti di Nuovo Srl valorizzano il principio dell’economia circolare attraverso il recupero di risorse idriche, la produzione di energia elettrica e termica e la trasformazione dei rifiuti da oggetto o sostanza di cui disfarsi in prodotto finito da rivendere sul mercato.

Per approfondire: Economia circolare: definizione, importanza e vantaggi